Come calcolare il preventivo di un mutuo prima casa per ragazzi: offerte per la prima casa nel 2022 per giovani under 30

Indice dei contenuti

Cos’è il fondo di garanzia per la prima casa?

Il Fondo di Garanzia Prima Casa rappresenta una formula di grande supporto, che permette ai giovani di ottenere mutui al 100%. Molte banche offrono sul proprio ventaglio di proposte finanziarie, mutui destinati ai giovani, cercando di soddisfare le loro esigenze primarie. È bene sottolineare subito due banche che erogano finanziamenti di questo tipo, ovvero Intesa Sanpaolo e Crédit Agricole con tassi intorno all’1%.
Un tasso di interesse di questa percentuale è decisamente basso, in quanto i valori di mercato sono scesi di molto. Pensare che qualche anno fa, TAN e TAEG si aggiravano intorno al 6 o 7%.

Come ottenere un mutuo un mutuo senza anticipare capitale?

Un tempo la banca non considerava per alcuna ragione la possibilità di concedere un mutuo senza anticipare nulla sulla casa. Oggi invece è possibile, anche se non smette di rappresentare un grande rischio. Con l’introduzione del Decreto Sostegni bis, è stato possibile inserire una serie di misure e condizioni, atte a favorire l’accesso al credito da parte dei giovani. Tutto questo non smettendo di tutelare la banca da casi di insolvenza.
Cosa fanno le banche per i giovani: chiediamo un preventivo
Le banche oggi presentano una serie di soluzioni ottimali come abbiamo appena visto, per quanto concerne i più giovani. Per questo motivo è bene chiedere più di un preventivo e mettere a paragone le diverse offerte sul mercato. C’è inoltre una nuova disposizione, la quale prevede anche una consistente defiscalizzazione per chi acquista la prima casa e ha meno di 36 anni, per offrire realmente mutui al 100% del prezzo imputabile all’immobile.

Fondo di Garanzia Consap

Grazie Fondo di Garanzia gestito da Consap, tutto questo è possibile, prendendo in considerazione anche il Decreto Sostegni bis.

Ma cosa si intende per mutuo al 100%

Quando parliamo di mutuo al 100% facciamo riferimento a quel prodotto finanziario , che consente, come abbiamo visto, di ricevere un finanziamento totale. Ovvero pari esattamente al valore dell’immobile acquistato. Erogare questo mutuo, significa per la banca poter contare davvero sulla condizione economica del richiedente. Infatti si tratta del mutuo con il più alto rischio. Per questo motivo le banche richiedono stringenti garanzie. Come ad esempio una polizza assicurativa fideiussoria, la presenza di un garante nel contratto, oppure la richiesta di ipoteca sulla prima casa, una delle garanzie più reali per un mutuo.

Il Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa: dal 2014 ad oggi

A partire dal 2014 iniziano ad entrare in vigore delle reali condizioni per consentire a categorie di clienti meno avvantaggiate di poter acquistare la prima casa senza troppi impedimenti iniziali. Il Fondo statale prevedeva la copertura fino al 50% dell’investimento che era stato effettuato, da classi quali ad esempio: i giovani con età inferiore ai 35 anni, conduttori di case popolari, nuclei familiari disagiati economicamente parlando.
Ma con il Decreto Sostegni bis entrato in vigore a maggio 2021, abbiamo alcune modifiche per quanto riguarda la gestione del Fondo e la fiscalità dei mutui concessi a clienti under 36.

Cosa prevede il Decreto Sostegni bis?

Il Decreto Sostegni bis entrato in vigore a maggio di quest’anno prevede:

  • il potenziamento fino al 24 giugno 2022 del Fondo di garanzia statale all’80%;
  • l’aumento dell’età massima per poter aver diritto alle agevolazioni sotto i 36 anni;
  • il taglio dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale;
  • l’annullamento di quella che viene denominata sostitutiva sul mutuo (la quale è uguale allo 0,25%).

Quali garanzie bisogna dare per ottenere un mutuo agevolato per giovani?

Ci sono varie condizioni che devono essere prese in considerazione per poter accedere a questa tipologia di mutuo agevolato. In primis l’acquisto dell’immobile, deve assolutamente riguardare solo una prima casa. Inoltre la somma richiesta non può mai superare la soglia massima dei 250.000 €.
Inoltre dobbiamo essere in possesso della residenza italiana, e rientrare in una delle seguenti categorie:

  • under 36;
  • genitori single;
  • giovani coppie al di sotto dei 36 anni di età.

Inoltre per acquisire queste agevolazioni previste dal Fondo, dobbiamo avere un valore Isee inferiore ai 40.000 €.

Per richiedere di aderire al Fondo Garanzia per la Prima Casa, dobbiamo mandare una domanda compilato con tutto l’occorrente. Questa va fatta alla stessa Banca che concede il mutuo, sarà poi l’istituto di credito stesso a inviare a sua volta la richiesta a Consap.

Conclusione

Ad oggi è decisamente consigliato richiedere preventivi per mutui dedicati ai giovani. Ci sono sul mercato moltissime proposte che rappresentano un valido supporto per ottenere la prima casa. Con il Fondo Garanzia è possibile inoltre per gli under 36, ottenere un mutuo al 100%, il quale prima rappresentava un rischio troppo. Anche ora non smette di essere un concreto rischio per le Banche, ma le garanzie sono stringenti e tali da tutelare o coprire la banca. Proteggerla da casi di insolvenza, ma non solo. Si consiglia di richiedere più preventivi, e mettersi a paragone, per trovare il prodotto che meglio si adatta alle nostre esigenze e garanzie. I tassi di interesse inoltre sono molto bassi e permettono di pagare rate mensili agevolate.