Come richiedere un preventivo per mutui per i non residenti: guida, informazioni, offerte

223

Indice dei contenuti

Non siete residenti in Italia, ovvero nel Paese in cui intendete acquistare un immobile e volete sapere se è possibile comunque diventare proprietari da non residenti? Oppure volete capire come richiedere un preventivo per mutui per i non residenti? Chiariremo tutto all’interno di questa guida.

È possibile ottenere un mutuo per non residenti?

Il sistema finanziario italiano contempla la possibilità di ottenere un mutuo anche se non siete residenti in Italia, però le condizioni sono differenti da quelle applicate normalmente, e l’iter da seguire per ottenerlo è anch’esso diverso.

Per avere accesso a questa tipologia di mutui dovrete dimostrare di possedere alcuni determinati requisiti e le tempistiche per acquistare un immobile sono generalmente più lunghe.

Tuttavia, le condizioni di finanziamento sono in gran parte simili a quelle applicate a un italiano residente in Italia, anche se per beneficiarne dovrete presentare tutta la documentazione reddituale, finanziaria, creditizia e anagrafica richiesta dall’istituto di credito.

Tipologie di mutui per i non residenti

Se siete stranieri o risiedete in un Paese non italiano ma volete acquistare un immobile in Italia, avrete la possibilità di farlo, in quanto qualsiasi tipologia di mutuo prevede la possibilità di essere ottenuto da soggetti non residenti.

Stiamo parlando quindi di tipologie di mutui come mutuo prima casa, mutuo seconda casa e surroga mutuo.

Tutti i requisiti richiesti a un residente in Italia per l’ottenimento del mutuo casa, e che dipendono dalla sua situazione finanziaria e reddituale, verranno richiesti anche a un non residente, con adempimenti burocratici più o meno snelli che dipendono anche dal Paese dell’Unione Europea in cui hanno la residenza o dal fatto di essere degli extracomunitari.

Come richiedere un preventivo per mutui per i non residenti

Anche se esiste la possibilità di ottenere un mutuo casa pur non essendo residenti in Italia, non tutti gli istituti di credito italiani vi concederanno la possibilità di poterlo fare.

Per questo motivo, prima di avanzare qualsiasi richiesta di preventivo, è necessario che facciate una ricerca di tutte le banche e le finanziarie presenti sul territorio italiano che vi concedono questa possibilità.

Una volta che avrete la vostra lista, potete contattare online o telefonicamente le banche per richiedere un preventivo per mutui per i non residenti.

Prima ancora di ciò, però, se siete cittadini italiani residenti all’estero da più di dodici mesi, è necessario che vi registriate all’Anagrafe Italiana dei Residenti all’Estero (AIRE).

L’AIRE è stata istituita con Legge n. 470 del 27 ottobre 1988 e dà la possibilità a tutti gli italiani che risiedono all’estero di ottenere il rilascio o rinnovare i documenti di viaggio e identità, oppure di richiedere qualsiasi tipo di certificazione necessaria o, ancora, di avanzare delle richieste di finanziamento, come i mutui per i non residenti.

Come accedere ai mutui per i non residenti

Se siete cittadini italiani residenti all’estero e volete richiedere un mutuo in Italia, andrete incontro a una maggiore complessità burocratica. Se risiedete in Unione Europea, avrete delle maggiori agevolazioni e la pratica sarà più veloce. Se invece siete extracomunitari, allora le cose si complicano un po’ e l’iter sarà più lungo.

Una condizione essenziale per ottenere un mutuo da stranieri in Italia è che sia presente una condizione di reciprocità tra i due Stati coinvolti. Ciò vuol dire che, per poter acquistare casa in Italia, il Paese nel quale siete residenti vi deve poter dare la stessa opportunità di acquistare lì un immobile.

La documentazione richiesta dagli istituti di credito, prima fra tutte quella relativa al reddito, poi, dovrà essere tutta tradotta in italiano (e convertita in Euro in caso di Paese extracomunitario) prima di essere presentata. Solo questo passaggio, contribuisce a rendere più lente tutte le operazioni e ad allungare l’iter delle operazioni.

A chi richiederli

Come abbiamo già detto, è importante che ricerchiate prima di tutto quali sono gli istituti di credito italiani che vi consentono di richiedere un mutuo per i non residenti.

Generalmente potete richiedere questa tipologia di mutuo sia a banche italiane che hanno delle filiali nel vostro Paese estero di appartenenza e sia a banche estere con filiali in Italia.

Potete fare questa ricerca utilizzando Internet, in modo da velocizzare l’iter e scoprire subito le condizioni finanziarie di ogni singolo istituto, accedendo direttamente al suo sito web. Potrete capire anche quali sono i tassi di interesse che vengono applicati, il primo parametro da tenere in considerazione per capire la convenienza di un finanziamento piuttosto che un altro.

Quali sono le condizioni di finanziamento

Nonostante non ci siano delle differenze importanti nelle caratteristiche di un mutuo per i non residenti rispetto a quelle di uno richiesto da un residente, chi abita in un altro Paese potrà andare incontro a delle situazioni che lo potrebbero influenzare, come ad esempio l’impatto della conversione in euro conseguente al tasso di cambio.

Questa conversione determinerà infatti l’importo della rata del finanziamento, per cui è molto importante che il calcolo della rata sia fatto tenendo in considerazione anche l’effetto cambiario.

Oltre a questo, il creditore italiano potrebbe richiedervi garanzie ulteriori a supporto dell’ipoteca, come ad esempio un pegno sui titoli o una fideiussione, ovvero la presenza di un garante del prestito.

Mutui prima casa per i non residenti

In Italia, chi richiede un mutuo per la prima casa e dimostra di non possedere altri immobili, sono previste delle agevolazioni particolari, che valgono anche se non siete residenti.

In particolare, potrete avere:

  • una detrazione del 19% sugli interessi passivi fino a 4000 euro
  • la detrazione anche per un immobile di proprietà a uso familiare
  • un risparmio di 760 euro sull’Irpef
  • agevolazioni su spese accessorie (commissioni, spese notarili ecc.)
Se non possedete la cittadinanza italiana, per approfittare delle agevolazioni del mutuo prima casa dovrete richiederla e trasferire la vostra residenza nel comune in cui è collocato l’immobile.

Se intendete ritornare nel vostro Paese di origine, quindi, questa è l’occasione giusta per voi.

Conclusioni

In questa guida abbiamo parlato di come richiedere un preventivo per mutui per i non residenti ma abbiamo anche specificato che, anche se è possibile farlo, non è semplice e l’iter burocratico può essere in alcuni casi particolarmente lungo.

Inoltre, non sono tutti gli istituti di credito a concederli, per cui è bene che vi informiate prima su quali banche sono disponibili, in modo da chiedere dei preventivi mirati senza rischiare di perdere ulteriore tempo.

Tuttavia, visto che i dati ci dicono che esiste un buon 15% di cittadini italiani residenti all’estero che fanno domanda di acquistare immobili in Italia, il consiglio è quello di non mollare e di dotarvi di molta pazienza, perché il sogno da realizzare non è facile ma è sicuramente possibile.