Preventivi mutui per costruzione casa: guida generale, migliori offerte nel 2022

Indice dei contenuti

I mutui pensati appositamente per la costruzione di una casa sono uno dei tanti tipi di finanziamenti che oggi le banche propongono ai loro clienti. Nel momento in cui si pensa a un mutuo per l’acquisto di una casa si intendono spesso degli immobili già costruiti e posti in vendita. Il beneficiario del mutuo desidera acquistare l’immobile al fine di adibirla ad abitazione principale.

Il mutuo per la costruzione di una casa, chiamato anche mutuo edilizio riguarda invece le case ancora in costruzione. Possono fare domanda per questi mutui tanto i soggetti privati quanto anche le imprese di edilizia. Questa guida ha lo scopo di presentare i principali mutui costruzione casa, così da scoprire quali sono i migliori per te.

Mutuo edilizio: cos’è e dettagli

La differenza principale tra il mutuo per costruzione casa e quello per acquisto casa concerne l’erogazione del capitale. Quello per acquisto casa prevede un’erogazione svolta in un’unica soluzione. Ovviamente, occorre considerare anche la valutazione eseguita dal perito sull’immobile. Occorre inoltre stabilire anche il corrispettivo massimo espresso in percentuale, che di solito non va oltre l’80%.

La somma di denaro che viene erogata viene emessa però solo in modo graduale. Infatti, l’istituto di credito in una casa che è ancora in costruzione desidera capire come procedono i lavori. Solo così possono accertarsi della loro regolarità. Una parte dell’importo del prestito viene erogata al termine della realizzazione delle fondamenta della casa. Poi si procederà con i lavori.

Peculiarità del mutuo edilizio

Alcuni elementi caratterizzanti del mutuo per costruzione casa sono più simili a quelli per l’acquisto di un immobile che è già costruito. Tra queste caratteristiche troviamo un importo che non deve superare l’80% del costo per la sua costruzione e una durata di rimborso di minimo 18 mesi e massimo di 360 mesi. Serve anche un’ipoteca che possa fingere da garanzia sul terreno su cui viene costruita la casa.

Considera che nelle spese del mutuo sono comprese anche tutte le spese di istruttoria, così come le imposte di bollo e le varie spese di perizia e notarili. Il mutuo concerne anche tutti i costi come quelli per la progettazione e la gestione dei lavori, oppure quelli per l’appalto e gli oneri per la sicurezza. Molto dipende anche dal tipo di istituto di credito a cui ci si affida.

Documenti necessari

Ci sono alcuni documenti che occorre presentare per sviluppare tutta la fase di istruttoria del mutuo di tipo edilizio. Sono solo delle linee guida, ma potrebbero esserci anche alcune differenze tra le varie banche che operano oggi sul mercato economico. Serve una copia di un documento di identità in corso di validità, il proprio codice fiscale e un documentazione di reddito. Serve quindi il 730, oppure il Modello Unico, le proprie ultime buste paga e il cedolino della pensione.

Ai documenti precedenti occorre aggiungere anche la concessione edilizia, una mappa catastale del terreno della casa, un atto di compravendita della casa, gli atti notarili, tutti i documenti che attestano l’ipoteca. Serve anche un eventuale permesso del Comune e vari preventivi di spesa da parte dell’impresa edilizia.

Tutte le agevolazioni previste

Oggi ci sono a disposizione di tutti i richiedenti delle agevolazioni fiscali. Sono delle agevolazioni essenziali quindi per chi desidera accedere ad un mutuo per l’acquisto di un immobile. Questo immobile sarà usato poi come abitazione principale. In base alla normativa attuale, ognuno ha diritto a una detrazione sugli interessi passivi, oneri e quote ogni anno per il 19% su un importo massimo di 2.500€ circa. Si tratta di una cifra che è inferiore rispetto ai 4 mila euro stabiliti invece per gli interessi che hanno a che fare con l’acquisto di un immobile che già esiste.

Ci sono alcuni svantaggi?

Ci sono tuttavia anche alcuni piccoli svantaggi che hanno a che fare con la richiesta di un mutuo edilizio per una casa che è in costruzione. Questi svantaggi sono evidenti specialmente se è un privato che richiede un finanziamento rispetto al costruttore dell’immobile. Occorre presentare tutta una documentazione, oltre anche a permessi e concessioni che sono tutte a carico del privato. Così, si può ottenere un progetto che risulta essere già approvato prima di poter chiedere una mano ad un istituto di credito.

Tra gli altri aspetti negativi ci sono anche alcuni, tra cui il fatto che è complesso quantificare la somma totale dei costi totali, oltre a spese da sostenere che sono a carico del privato. Il finanziamento può essere concesso anche in parti e ci sono delle spese di burocrazia elevate. Inoltre, alcune procedure sono molto complesse per alcuni cambiamenti in corso d’opera.

A chi richiederli?

Sono numerosi gli istituti di credito e le banche che mettono a disposizione un mutuo edilizio per la costruzione di una casa. Tuttavia, le condizioni possono cambiare anche a seconda del tipo di casa da costruire. Infatti, è possibile trovare  delle agevolazioni in aggiunta, tra cui ad esempio una copertura complessiva di tutte le spese di costruzione pari al valore al 100% dell’immobile. La maggior parte dei mutui per la casa invece hanno un valore massimo dell’80%. Per i mutui edilizi troviamo anche le casse di risparmio, le banche di credito cooperativo, le casse rurali e vari gruppi bancari.

Come trovare la migliore soluzione

Oggi possiamo usare dei tool online a nostra disposizione che consentono a chi è interessato di poter fare una ricerca per trovare in poco tempo le migliori offerte di mutui edilizi. Solo così si possono valutare tutte le condizioni offerte.

Gli strumenti di comparazione on line ci aiutano a mettere in confronto in tempo reale le varie proposte su qualsiasi tipo di prodotto finanziario. Vengono valutati ad esempio i tassi di interesse e le varie condizioni che sono legate al mutuo edilizio. È bene tenere in conto il Tan e il Taeg, ma anche scegliere tra tasso fisso e variabile.

Ci sono anche delle scelte da fare per quanto riguarda l’acquisto della prima casa e quello del mutuo edilizio per una casa in costruzione. Occorre poi considerare anche tutte le altre condizioni, così come la flessibilità e i vari costi da sostenere, oltre che le modalità di erogazione del denaro.