Preventivi mutui per disabili e legge 104: cosa sapere, agevolazioni, info utili

Indice dei contenuti

Non tutti lo sanno, ma oggi è possibile usufruire della legge 104 per avere la possibilità di accedere ad un mutuo agevolato se ci si trova in una famiglia con un disabile a carico. Si tratta di una tipologia di prestito molto particolare che è destinata sia i nuclei familiari in cui è presente un disabile, sia alle coppie giovani o alle famiglie in cui ci sono almeno tre figli minori a carico. In questa guida sveliamo quali sono le principali caratteristiche di queste tipologie di mutui, chi può richiederli e quali sono i requisiti principali richiesti.

Mutui per soggetti disabili e legge 104

I mutui agevolati per soggetti disabili sono dei mutui che nascono nel 2013 grazie ad una convenzione stipulata tra la Cassa depositi e prestiti e l’Associazione Bancaria Italiana. Si tratta di una convenzione grazie alla quale sono state definite delle linee guida per la concessione di mutui ipotecari a persone fisiche che soffrono di disabilità.

Sono dei mutui rivolti principalmente ai soggetti fisici e non quindi a società o ad enti di vario tipo. L’accordo stabilito tra la Cassa depositi e prestiti e l’Associazione Bancaria Italiana è un accordo grazie al quale vengono concessi dei mutui a tutti i soggetti che rispettano i requisiti previsti al giorno d’oggi dalla legge 104. Questi mutui sono finalizzati all’acquisto o alla ristrutturazione della prima casa o di un immobile destinato ad uso abitativo.

Chi può beneficiarne?

I soggetti che possono beneficiare di questi tipi di mutui sono le coppie giovani al di sotto dei 40 anni di età in cui uno dei due coniugi ha un’età al di sotto dei 35 anni. Queste coppie devono possedere un nucleo familiare da almeno due anni. Per nucleo familiare è intesa una famiglia anagrafica, ovvero un insieme di persone che sono legate fra di loro da un matrimonio, da una parentela, così come anche da una tutela. Inoltre, questi mutui possono essere richiesti anche da dei nuclei familiari in cui è presente almeno una persona disabile oppure da famiglie numerose che hanno almeno tre figli a carico.

Ci sono naturalmente delle agevolazioni che sono previste dalla legge 104. Occorre dimostrare determinati requisiti per poter certificare di soffrire di un grave handicap. Per handicap si intende un impedimento di tipo fisico, psichico o sensoriale e che ha delle conseguenze come problematiche di apprendimento e di comportamento.

Nel momento in cui si richiede questo tipo di mutuo, si deve già essere in possesso di un certificato medico grazie al quale si può richiedere il riconoscimento di disabilità. Su questo certificato medico devono essere precisati tutti i diritti previdenziali e di tipo economico che possono variare in base al livello di disabilità che si possiede. Questo certificato medico verrà poi valutato da una commissione medica esaminatrice istituita dall’INPS. Il medico di base che deve effettuare una diagnosi dovrà presentare in questo modo la certificazione direttamente all’INPS per via telematica.

Come valutare le soluzioni migliori

La richiesta di un mutuo agevolato per mezzo della legge 104 prevede il fatto di accertare delle patologie riconosciute che sono identificate in una tabella del ministero. Ad ogni tipo di patologia è legata una gravità della stessa. È in base a questo rapporto tra la patologia e la gravità della stessa che viene associata una percentuale di invalidità. Questa percentuale può essere quindi più o meno elevata a seconda dei casi e delle patologie.

Le patologie riconosciute per poter richiedere un mutuo agevolato di questo genere sono quelle che riguardano:

  • l’apparato respiratorio cardiocircolatorio, digerente, neurologico, urinario e osteoarticolare;
  • l’apparato psichico, visivo, uditivo, fonatorio, ematologico, riproduttivo e reumatico.

Nel caso in cui una forma di patologia non sia presente all’interno della tabella ministeriale, il medico di base che esamina le condizioni e la situazione di disabilità di un certo soggetto deve classificare le lesioni in base a quelli che sono già inseriti nella tabella. Il primo passo da fare per richiedere un mutuo di questo genere è quello di recarsi presso il proprio medico di base, portando con sé tutta la documentazione necessaria per dimostrare la propria patologia.

Il medico a questo punto compilerà la certificazione medica da inviare in via telematica all’INPS. Deve specificare quindi se il paziente ha la necessità di un accompagnatore oppure di un’assistenza continuativa per poter svolgere delle attività quotidiane. Questa certificazione ha una durata massima di solito di 90 giorni. Una volta ricevuta la certificazione medica, il soggetto richiedente deve compilare l’apposita domanda sul sito dell’INPS e procedere con l’invio.

Benefici e agevolazioni della legge 104

Ad oggi, ci sono dei benefici e delle agevolazioni che sono previste dalla legge 104. Queste agevolazioni possono riguardare i lavoratori dipendenti, sia quelli del settore pubblico che anche quelli del settore privato. I lavoratori dipendenti privati che hanno un’invalidità uguale o superiore all’80% possono richiedere la pensione di vecchiaia anticipata solo quando sono stati raggiunti alcuni obiettivi. Inoltre, occorre aver maturato almeno 20 anni di versamenti di contributi. Occorre anche avere un’età di 60 anni e 7 mesi per gli uomini e di 55 anni e 7 mesi per le donne.

I lavoratori che invece hanno una percentuale di invalidità uguale o superiore al 74% hanno la possibilità di fare richiesta per ottenere una maggiorazione contributiva che è uguale a 2 mesi per ciascun anno di lavoro, per un massimo di 5 anni. Inoltre, possono accedere all’Ape sociale, ovvero l’anticipo pensionistico sociale, se hanno raggiunto un’età di almeno 63 anni e hanno versato 30 anni di contributi. In alternativa, possono richiedere la pensione anticipata se hanno versato 41 anni di contributi e se hanno versato almeno un anno di contributi prima di aver compiuto 19 anni.

Tipologie di mutui che si possono richiedere

I mutui che si possono richiedere con la legge 104 spesso sono abbastanza diversi tra di loro. Molto dipende dalla somma di denaro di cui si necessita e dal piano di ammortamento previsto da ogni soluzione di prestito.

Questi mutui prevedono l’erogazione di somme di denaro diverse in base allo scopo di utilizzo dello stesso. Inoltre, possono essere utilizzati ad esempio per l’acquisto di immobili o locali oppure per effettuare lavori di ristrutturazione, così come anche per l’acquisto dell’immobile stesso. Anche le tempistiche dei mutui possono variare spesso a seconda che si intenda acquistare l’immobile oppure che si intendano effettuare solamente degli interventi di ristrutturazione.